title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

Lettera del Governatore

lettera gov

Lettera del governatore - Novembrebre 2017

Cari Consoci, cari Amici, per informazione di coloro che non hanno potuto parteciparvi, voglio ricordare che la scorsa settimana si è tenuto in Biella il Congresso Distrettuale della Rotary Foundation per la celebrazione del centenario dalla sua costituzione. Il successo è stato notevole ed ha evidenziato, sia per gli argomenti affrontati quanto per l'attenzione dei presenti, l'importanza che ha assunto una istituzione rotariana con una valenza di rilevante carattere organizzativo ed economico.

RF_Biella

Infatti il nostro Distretto, è doveroso riconoscerlo, si è posto in primo piano per l'importante rapporto con la Fondazione che consente di intraprendere iniziative di service di livello, degne di nota per la loro incisiva azione nei confronti del prossimo. Per esperienza, essendomene occupato alcuni anni orsono, posso testimoniarVi che le procedure ed i rapporti con Evanston non sono semplici, in quanto occorre conoscenza dei meccanismi e ampia disponibilità di tempo per raggiungere il risultato, il tutto nell'ambito dei regolamenti in vigore.

RF_Biella002

Dobbiamo pertanto, quali componenti del Distretto, essere grati a quanti dedicano il loro tempo per coordinare i propositi progettuali dei Club con gli uffici statunitensi relativamente alle aree di intervento previste dal Rotary International. È inoltre doveroso comunicare a tutti i soci che il nostro Distretto, dall'inizio dell'anno, annovera tra i soci l'eletto nuovo Coordinatore Nazionale dei Comitati Interpaese, Sergio Vinciguerra, Past Governor, con provata esperienza nel campo dei rapporti di amicizia e collaborazione con altri paesi del mondo.

L'occasione è propizia per ricordare un lato del Rotary che negli ultimi tempi è stato poco sviluppato, ma che penso rappresenti una via molto importante per un'ulteriore ampia e fruttuosa serie di rapporti con rotariani di qualunque nazionalità, specialmente per curare l'incremento dei contatti di tutti i Distretti italiani, il nostro in particolare, verso l'Europa; non dimentichiamo che il Distretto 2031 è di frontiera e di conseguenza è più agevole aver contatti con nazioni finitime.

Perciò auguro buon lavoro al nostro Coordinatore Nazionale ed a quanti vorranno collaborare attivamente con lui. Come potete constatare, il Distretto cerca di essere dinamico ed attivo in ogni direzione, i contatti si incrementano e si moltiplicano, in quanto il nostro dovere è quello di "fare". Non dimentichiamolo.

Mario

 

Lettera del governatore - Ottobre 2017

Consoci, cari Amici,

ogni qualvolta ho il piacere di incontrare un Club del mio Distretto ho un momento di difficoltà; mi chiedo sempre se le mie parole potranno essere utili per gli amici che, con cortese attenzione, mi ascoltano. Vorrei essere un "motivatore" come mi hanno insegnato a Madrid e a San Diego, che, esponendo i vari aspetti del Rotary, riesce a coinvolgere i presenti. Dovrebbe essere così, ma sono certo che coloro che hanno la bontà di dedicarmi una serata conviviale, hanno di certo, per preparazione ed esperienza, interesse a vedere il Rotary sotto un'ottica differente.

Di normative e di disposizioni centrali presumo che ne siano tutti al corrente e probabilmente è utile trattare argomenti che non sempre sono noti. È tale la ragione che mi determina spesso a mettere in rilievo l'attenzione dell'Associazione verso la cultura e lo studio, cui il Rotary ha dato e continua a prestare, particolare rilievo, specialmente verso i giovani, dalle forme più semplici a quelle di altissimo livello.

Mario1Ne è un esempio il Premio Internazionale Galileo Galilei, che si è tenuto anche quest'anno a Pisa, nella sua sede istituzionale e che, sorto per iniziativa di un Rotariano, coinvolge illustri studiosi nella scelta per i conferimenti dei premi a personalità che si sono distinte per ricerche nelle rispettive discipline. La storia del premio ha avuto momenti di fama, alternati a periodi di minor interesse e pubblicità, per cui tutti i Distretti italiani, nella loro attenzione per lo studio, hanno ritenuto utile e doveroso, a questo punto, di estendere la premiazione, coinvolgendo anche giovani studiosi delle relative zone, tramite premi allo studio con la collaborazione degli atenei dei territori.

Aver ottenuto un Premio Galilei Giovani costituisce, nel curriculum del ricercatore, un punto di particolare merito, utile per la propria carriera e che al tempo stesso testimonia l'attenzione del Rotary per la cultura in tutte le sue forme. Il tutto per dimostrare quanto "facciamo" per la differenza.

 

Concludo con una notizia triste. Ci ha lasciato Ermanno Bassi, socio del Club di Vercelli e Governatore dell'anno 2008-2009. Tutti coloro che l'hanno conosciuto e con lui hanno lavorato, ne conservano un carissimo e affettuoso ricordo. Grazie di cuore Ermanno.

Mario

Lettera del governatore - Settembre 2017

Cari Consoci, cari Amici,

                                             pur con un lieve ritardo dovuto alle ferie, voglio a Noi tutti ricordare l'importanza ed il rilievo dell'azione rotariana concernente l'Alfabetizzazione, intesa come diffusione della lingua e della cultura italiana da parte di cittadini stranieri che vivono in Italia. Proprio nel mese di agosto ho avuto il piacere di incontrarmi con i rappresentanti dell'Associazione Filippina della Regione Piemonte, i cui componenti hanno più volte avuto contatti con il Rotary ed hanno fruito di interventi di vari Club del Distretto riguardanti attività di assistenza e di integrazione, diretti a rendere più agevole l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Sono convinto che, per poter vivere in una società diversa dalla propria, sia indispensabile, come prima regola, esprimersi in modo corretto e capire quanto gli altri dicono, così da potersi relazionare in modo agevole. Nell'ascoltare i racconti e le testimonianze dei componenti la comunità attestanti la conoscenza e l'importanza dell'azione del Rotary anche per i numerosi service svolti nel paese di origine, ho con orgoglio potuto constatare la validità ed il successo dei nostri progetti, che hanno anche permesso di aiutare persone in precarie condizioni di salute ed in attesa di importanti interventi chirurgici.

È proprio vero quanto si è soliti considerare: per far del bene non occorre andare lontano e se le azioni vengono svolte a favore di persone straniere, ricordiamoci che costoro vivono e lavorano con noi e l'attenzione del Rotary deve svolgersi in ogni direzione, particolarmente nel nostro territorio. Pertanto riscontrare la riconoscenza espressa in modo semplice ma sincero è uno sprone per chi ha il compito di coordinare le iniziative.

In chiusura dell'incontro mi è stato detto, e me lo sono scritto: "MARAMING SALAMAT SA INYONG LAHAT" (grazie molte a tutti) per ciò che il Rotary fa per noi. Abbiamo cercato di fare la differenza ed anche nei confronti di questa comunità, come di tutte le altre, abbiamo il dovere rotariano di proseguire nell'impegno.

Mario.

 

Lettera del governatore - Agosto 2017

Cari Consoci, cari Amici,

                                             ho inserito in questo scritto due fotografie che mi sono care: ricordano l'omaggio che tutti i Governatori Italiani hanno voluto tributare, il primo luglio del corrente mese, giorno dell'entrata in carica, alla tomba del Milite Ignoto in Roma.

altare 1Siamo Cittadini Italiani, inseriti in una comunità, come ho avuto modo di spiegare ed, in quanto tali, viviamo ed operiamo nell'interesse della stessa, consapevoli delle nostre responsabilità.

E non sono solo parole che possono inserirsi in una condivisa allocuzione. Sono i fatti, che tutti, Rotariani di ogni Distretto, dobbiamo realizzare, dando l'apporto più incisivo e badando alla concretezza.

L'occasione delle prime visite nel corso del mese mi ha presentato un'area geografica vasta, che offre molto al Rotary, e non solo economicamente ed operativa-mente, ma che si rivolge, come avevo richiesto, in ogni direzione, collaborando con altre associazioni, ponendosi a capo di iniziative e di progetti, "occupando" come si suol dire, il territorio.

È proprio ciò che dobbiamo mettere in opera, proseguendo senza timori o chiusure, e con entusiasmo.

Quest'ultimo termine mi serve per lasciarvi un messaggio: il Rotary avrà sempre una sua validità perché è formato da soci attivi ed esperti, ma il valore da aggiungere è l'entusiasmo con cui ho visto lavorare.

Perciò, con pari entusiasmo, mi unisco per realizzare con Voi quanto necessario o urgente. Sembra quasi un elemento consequenziale, ma è di primaria necessità e occorre unitamente ad una consapevole fiducia nelle iniziative. Senza di questo si procede lentamente e senza incisività.

altare 2

E non dimentico un augurio personale per le prossime vacanze.

Riposatevi in modo attivo. Da settembre si prosegue nel nostro impegno.

Colgo infine l'occasione per ricordare la scomparsa del Presidente Internazionale Sam Owori, ugandese di nazionalità, che avrebbe dovuto entrare in carica il primo luglio 2018.

A nome di tutti Voi ho trasmesso la partecipazione del nostro Distretto. Sarebbe stato certamente un grande Presidente.

Mario.

 

 

Lettera del governatore - Luglio 2017

Cari Consoci, cari Amici,

                                            ho con questa mia lettera l'occasione, per la prima volta, di comunicare con Voi in una forma diversa dalla solita in quanto preferisco un dialogo di persona.

Ciò nonostante, mi impegno a non ripetere ciò che nei nostri incontri ci siamo detti e parlerò nel modo più semplice, considerando che siamo tutti sullo stesso piano e che il Governatore ha solo il ruolo di coordinatore di quanto il Rotary ci da la possibilità di fare.

La parola "fare" quest'anno va molto di moda, è contenuta nel motto Presidenziale e tutti noi ben lo sappiamo. Ma per "fare" non è sufficiente una serie di azioni, occorre interpretarlo in un modo molto più ampio e particolarmente occorre "agire", animati da quanto mi sembra più utile in assoluto, la molla che ci spinge e ci determina: "l'orgoglio" di essere Rotariani.

Grazie a questo sentimento, i nostri progetti avranno maggior incisività nelle comunità in cui viviamo, potranno essere d'aiuto in un modo più concreto con maggior partecipazione personale dei soci, otterranno un'eco nella società realizzando così quanto più volte ribadito dal nostro Presidente Internazionale Ian Riseley.

L'anno che ci attende è da parte mia aperto alle proposte di Services più svariate, con particolare attenzione a quelle che rivestono caratteristiche nuove e sono certo che il nostro "orgoglio" stimolerà la creatività.

Quando, in occasione dell'Assemblea di San Diego, abbiamo letto che "il Rotary fa la differenza", tutti i Governatori italiani 2017-2018 si sono impegnati in questa direzione e finora Vi posso assicurare che tanto è stato fatto in tal senso e che altrettanto verrà concretizzato in futuro.

Conto perciò sulla Vostra collaborazione, per un anno che dovrà avere queste caratteristiche: serenità nel suo svolgimento, amicizia tra i soci che dovranno aumentare, studio delle necessità del territorio e progetti relativi, il tutto tenendo conto che siamo, in primis Italiani, che viviamo in Europa e che la nostra cultura e creatività ci permettono grandi cose.

Se fin qui ho fatto della teoria, è perchè ho ritenuto di trattare con soci esperti e con Presidenti che giudico di livello elevato; penso di lavorare con una squadra Distrettuale di qualità che mi ha dimostrato di agire in modo concreto. Ogni ulteriore considerazione a fine lavori.

Per ora Vi ringrazio perchè sono certo che mi avete compreso e dimostrato amicizia.

Aiutatemi ad aiutare ed a fare la differenza.

Mario.

 

 

 

 

torre_now

 

 

quir

 

 

ketty

 

Bassi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                        

 

 

 

 

 

 

 

Rotary International

Rotary

Newlogo

Distretto 2031