title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

title

description

title

Mercoledì 11 ottobre 2017 - Presentazione progetto 'Io,TU, Noi: relazioni in crescita
Bullismo2
«Io, Tu, Noi. Relazioni in crescita»
Progetto per la prevenzione del bullismo
La conviviale di Mercoledì 11 ottobre è stata dedicata alla presentazione del nostro service più importante e che attueremo in collaborazione con altri otto RC ( Borgomanero-Arona, Orta S. Giulio, Pallanza Stresa, Valsesia, Viverone Lago, Vercelli, Vercelli S.Andrea, Santhià-Crescentino) oltre all’Innerwheel Santhià-Crescentino.
Relatori della serata coloro che hanno contribuito attivamente alla realizzazione del service: Simona Ramella Paia, Roberta Invernizzi, Carlo Battellino, Alberto Dovana e Marcello Valli che, con passione e professionalità, ci hanno illustrato, e mostrato, con l’aiuto di slides e fotografie, il lavoro che hanno sviluppato e che, presto, inizierà a dare i suoi frutti.
Il progetto ha coinvolto otto studenti (cinque ragazze e tre ragazzi) del liceo psico-pedagogico di Borgosesia.
Come ha potuto percepire chi ha partecipato alla conviviale, «Io, Tu, Noi. Relazioni in crescita» è un progetto ambizioso e impegnativo che ha coinvolto risorse rotariane e non, la cui cifra è, ancora una volta, fare la differenza!
Soci Presenti: n. 15
Soci Onorari: 1
Ospiti : 4
Percentuale di presenza: 45%
Ha presieduto la serata:
Ketty Zampaglione
La cornice in cui si è sviluppato il progetto è quella della cosiddetta “alternanza scuola-lavoro» ( Legge 107/2015).
Agli studenti che hanno partecipato sono stati offerti spunti metodologici che applicheranno nella loro esperienza futura e le competenze acquisite, in merito al tema stesso del bullismo, saranno utili per percepire con la dovuta attenzione eventuali segnali di allarme negli ambienti in cui eserciteranno il loro ruolo educativo e formativo.
Gli studenti si recheranno presso le scuole elementari e, davanti a platee composte da bambini del I e del II ciclo, nel ruolo di “fratelli maggiori”, “competenti per esperienza”, illustreranno e metteranno in scena concetti e situazioni legate al fenomeno del bullismo, in funzione preventiva.
Ciò che avverrà in ciascuna delle scuole che ci ospiteranno (una/due per ogni club partecipante al progetto) sarà l’allestimento di una sorta di ”conversazione” anti-bullismo, fatta di immagini evocative e storie: ampia parte avranno, infatti, fiabe elaborate dai ragazzi, in grado di illuminare vari aspetti del fenomeno e di indicare strategie di reazione, riconducibili essenzialmente al dialogo aperto (“raccontare ciò che accade, senza vergogna, e senza paura”) e all’amicizia (“allearsi con chi condivide i valori del rispetto e della non aggressione”).
«Io, Tu, Noi. Relazioni in crescita»Progetto per la prevenzione del bullismo.
La conviviale di Mercoledì 11 ottobre è stata dedicata alla presentazione del nostro service più importante e che attueremo in collaborazione con altri otto RC ( Borgomanero-Arona, Orta S. Giulio, Pallanza Stresa, Valsesia, Viverone Lago, Vercelli, Vercelli S.Andrea, Santhià-Crescentino) oltre all’Innerwheel Santhià-Crescentino.
Relatori della serata coloro che hanno contribuito attivamente alla realizzazione del service: Simona Ramella Paia, Roberta Invernizzi, Carlo Battellino, Alberto Dovana e Marcello Valli che, con passione e professionalità, ci hanno illustrato, e mostrato, con l’aiuto di slides e fotografie, il lavoro che hanno sviluppato e che, presto, inizierà a dare i suoi frutti. 
Il progetto ha coinvolto otto studenti (cinque ragazze e tre ragazzi) del liceo psico-pedagogico di Borgosesia. La cornice in cui si è sviluppato il progetto è quella della cosiddetta “alternanza scuola-lavoro» ( Legge 107/2015). Agli studenti che hanno partecipato sono stati offerti spunti metodologici che applicheranno nella loro esperienza futura e le competenze acquisite, in merito al tema stesso del bullismo, saranno utili per percepire con la dovuta attenzione eventuali segnali di allarme negli ambienti in cui eserciteranno il loro ruolo educativo e formativo.
Gli studenti si recheranno presso le scuole elementari e, davanti a platee composte da bambini del I e del II ciclo, nel ruolo di “fratelli maggiori”, “competenti per esperienza”, illustreranno e metteranno in scena concetti e situazioni legate al fenomeno del bullismo, in funzione preventiva.
Ciò che avverrà in ciascuna delle scuole che ci ospiteranno (una/due per ogni club partecipante al progetto) sarà l’allestimento di una sorta di ”conversazione” anti-bullismo, fatta di immagini evocative e storie: ampia parte avranno, infatti, fiabe elaborate dai ragazzi, in grado di illuminare vari aspetti del fenomeno e di indicare strategie di reazione, riconducibili essenzialmente al dialogo aperto (“raccontare ciò che accade, senza vergogna, e senza paura”) e all’amicizia (“allearsi con chi condivide i valori del rispetto e della non aggressione”).
 

 

torre_now

 

 

quir

 

 

ketty

 

Bassi

 

No_bullismo

 

campus2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                        

 

 

 

 

 

 

 

Rotary International

Rotary

Newlogo

Distretto 2031